Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2008

Canti Celtici di Renzo Montagnoli

Canti Celtici
Renzo Montagnoli
Edizioni il Foglio Letterario

C’è affinità tra l’idioma poetico di Renzo Montagnoli, e quella sorta di dimensione sospesa, la voragine di dolore che ammutolisce il canto della nostra anima, un’esigenza che prelude alla catarsi, intesa come impresa necessaria dell’uomo per definire un suo nuovo ruolo tra le “nozioni” del mondo. Canti Celtici si distingue per elementi e linguaggi oggi desueti nella poesia moderna…il canto del poeta è intriso d’ordine è immutabilità, elementi intesi come necessità di fermasi a riflettere sulle brutture della storia, una sorta di condanna per l’uomo, che così non riesce a fermare e riprodurre due volte la stessa azione nel tempo ordinario, anzi ne viene fagocitato e con lui parte dei suoi pensieri, un dramma ancestrale, nato con l’uomo, una desolante unità di tenebra che converge spietatamente con il triste destino dell’universo. Molte critici dell’opera di Montagnoli, hanno paragonato la natura dei versi ad elementi di lin…

Il Resto del Carlino e Repubblica

RASSEGNA DI EDITORI INDIPENDENTI "IO SONO MIA" VENERDI' AL CENTRO SOCIALE CROCE COPERTA INCONTRO CON ANTONIO MESSINA

Venerdì 15 febbraio, alle ore 18, al Centro sociale Croce coperta, via Papini 28, nell'ambito della rassegna di editoria indipendente "Io sono mia", si terrà un evento musicale/letterario con la presenza del maestro Glauco Rosignoli, storico accompagnatore di Ornella Vanoni. Protagonista dell'incontro Antonio Messina, autore di "La memoria dell'acqua" e "Le vele di Astrabat".

Nel corso dell'incontro il maestro Rosignoli accompagnerà al pianoforte Daria Cicognani che leggerà alcuni brani tratti da "La memoria dell'acqua".Organizzazione evento Biblioteca Lame-Monica MatassiniPresenta Patrizia Garofalo

Intervista a Patrizia Garofalo

Dare voce al silenzio (Edizioni Il Foglio, 2007)

a cura di Alberto della Rovere

(data di inserimento: 15 gennaio 2008)
Patrizia Garofalo (per gentile concessione di Lankelot.eu)




Domanda: Incipit prevedibile ma ineludibile: le sue influenze letterarie (poetiche e, se del caso, prosaiche).

Garofalo: Montale e Borges

D: L’elemento “acquatico” (i.e.: mare, pioggia…) che emerge dalla lettura della raccolta: possiamo intenderlo come liquido amniotico per chi scrive, a ripercorrere il proprio “io” come bisogno (fisico) di preservare un rapporto intimo con la propria origine?

G: no mare come amore per il mare. come spazio come catarsi come naufragio……………..come porto come specchio…….

D: La sua è poesia da intendersi come diario offerto al lettore, ovvero una sorta di (dovuta) auto analisi e catarsi?

G: quando scrivo è autoanalisi quando stabilisco di pubblicare è perché l’altro si possa riconoscere e sentire. nelle parole mie. mettendoci i suoi colori e sue emozioni quindi trasfigurare la motivazione p…

Il canto dell'upupa... di Gordiano Lupi

Roberto Mistretta
Il canto dell’upupa

Cairo Editore - Pag. 260 euro 15 di Gordiano Lupi Roberto Mistretta è uno scrittore italiano che ha avuto successo in Germania prima di poter essere pubblicato da un grande editore italiano. Il canto dell’upupa era già uscito in Italia per il piccolo editore siciliano Terzo Millennio nella collana L’Olivo Saraceno, come seconda avventura del maresciallo Bonanno dopo Non crescere troppo (secondo al Premio Fedeli per il miglior poliziesco dell’anno). Adesso esce per Cairo e viene presentato come il primo di una serie di noir che hanno come protagonista il maresciallo dei carabinieri Saverio Bonanno. Roberto Mistretta è padrone dell’arte di raccontare con semplicità, passa dalle storie per ragazzi al giallo e affronta pure problemi sociali di grande rilevanza. Mistretta costruisce le storie partendo dal sociale e da un’accurata analisi della realtà, il racconto non è mai fine a se stesso, ma racchiude un messaggio importante. Il canto dell’upupa è un rom…

Coppie Diaboliche su RADIO 2

Giovedì 7 febbraio
Gordiano Lupi
intervistato da Gianfranco De Turris
sul RADIO GIORNALE 2
Ore 7.30 - 8.30
Gordiano Lupi e Sabina Marchesi
Coppie diaboliche
dal delitto di Marostica al giallo di Omegna. 34 casi di «crimine a due
». 1902-2006 13,0x21,0 - 248 pp. – Euro 16,50

Books Blog Orrori Tropicali: intervista a Gordiano Lupi

Orrori tropicali: intervista a Gordiano Lupi fantasy narrativa italiana
Vampiri. Preti satanici. Magia nera. Zombie. Il tutto sotto il sole dei Caraibi, che ustiona come le fiamme dell’inferno. Di questo e molto altro narra Orrori tropicali. Storie di vudù, santería e palo mayombe, raccolta di racconti scritta da Gordiano Lupi e appena pubblicata dalle Edizioni Il Foglio. BooksBlog ha intervistato l’artefice di cotanto orrore.
Le giuro che in passato ho provato a capire cos’è la santería, ma niente. Me lo può spiegare in due parole? Mica è facile! Ho impiegato un libro (Cuba magica, Mursia, 2003) per spiegarla…
Per favore Lupi, non faccia il prezioso. Ok, ci provo. La santería nasce nella Nigeria sud occidentale, patria degli yoruba, che in pieno XVII secolo vengono deportati nel Nuovo Mondo come schiavi. Gli africani trasferiscono a Cuba una pittoresca mitologia composta da divinità (orishas) che ricordano gli dei dell’Olimpo, perché sono un coacervo di vizi e difetti umani. A Cuba il tra…