Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2008

L'Urlo e il Sorriso- M. Monego E. Campofreda

L’URLO E IL SORRISO di E.CAMPOFREDA e M.MONEGO
Opera prima di Enrico Campofreda, giornalista pubblicista romano, e di Marina Monego, letterata veneziana, “L’urlo e il sorriso” è una raccolta di racconti (venti) dedicata alle memorie d’infanzia e d’adolescenza non soltanto dei due autori, ma della nostra Repubblica. Qui troverete, e riscoprirete, l’Italia cristallizzata nel momento del boom economico; del passaggio dalla vita nei campi, o sulla strada (comunque: all’aperto) all’ingresso dei primi fondamentali elettrodomestici. La categoria di riferimento è senza dubbio il neorealismo. Scrive Ferroni a proposito del neorealismo, dopo aver evidenziato le sue origini cinematografiche: “Subito dopo il 1943 esso si estese anche all’ambito letterario, con varie oscillazioni e sovrapposizioni con altri termini (come realismo in generale, socialrealismo e più tardi anche realismo socialista): chi lo prendeva in accezione positiva sottolineava la novità del fenomeno e insieme il suo collegamento …

Le Vele di Astrabat-Dissolvenze...Biblioteca Civica di Abano Terme

Biblioteca CivicaComune di Abano Terme
Assessorato alla Cultura
Settore Servizi Culturali

Le Vele
di Astrabat
romanzo di Antonio Messina
Presentazione di Luciano Troisio
Edizioni Associazione Culturale Il foglio
… una delle proposte più originali del panorama letterario italiano… l’atmosfera malinconica da Cronache marziane della prima parte e il sapore quasi lovecraftiano della seconda valgono da soli il ‘prezzo del biglietto’. (David Frati, Mangialibri)
Dello stesso autore la raccolta di poesie " Dissolvenze"
Forse non ti ho detto ti amo,
forse l’ho sussurrato,
poi mi sono scordato,
ma di te parlerò domani.

Il suono è intrinseco alla parola che si sussegue leggera, spaesata, questuante a volte per essere raccolta e amata, ampiamente conoscitrice di altri “strumenti espressivi” all’interno dei quali trova la sua libertà e dissolvenza.
(dalla prefazione di P. Garofalo)
Giovedì 27 marzo 2008 - ore 17.00
Biblioteca Civica di Abano Terme - Ingresso Libero
Via Matteotti, 71 - Tel. 049/8617970 e-…

Mulinare di Mari e di Muri di G Lucini

Fortuna Della Porta MULINARE DI MARI
E DI MURI LietoColle 2008 Collana Aretusa
codice ISBN 978-88-7848-369-9
illustrazioni di Stefano Busonero
L’essere, il suo destino e in mezzo la metafora del mare come rappresentazione di una dimensione spazio temporale ineffabile, del troppo vasto per essere compreso ma che tuttavia viene intuito come destino ultimo che ci assorbe e in lui ci discioglie: questa mi pare essere l’idea di fondo che viene problematizzata in questa raccolta, certo senza ansia, ma come accoglimento di una intuizione o una verità misteriosa e cangiante, così come è profondo e cangiante il mare che è protagonista, in queste liriche. L’autrice ha dunque affidato a questo grande archetipo (così come lo sono la montagna, il cielo e gli altri elementi immutabili nella natura) il compito di rendere per simboli il messaggio perché “non si trova una frase a descrivere l’inesprimibile” e anche l’Io poetico cerca di uscire dal suo annichilimento proprio cercando di immedesimarsi nell’ar…

Strawberry-stop Luciano Troisio di Fortuna Della Porta

Luciano TroisioSTRAWEBERRY - STOP LietoColle 2008 Fortuna Della Porta nasce in provincia di Salerno e lì ha vissuto per anni. Dopo la laurea in lettere per quasi un ventennio si è dedicata all’insegnamento, trasferendo nella professione l’interesse per la classicità e la parola poetica. Ha pubblicato due volumetti di versi: Rosso di sera, ed. Il Calamaio e Diario di minima quiete, ed. LietoColle. Presso la medesima casa editrice è in stampa la nuova raccolta poetica Il Viaggio. Un poemetto di circa 1000 versi, Canto Primo, è apparso sul periodico letterario Poiesis. Recensioni, articoli, racconti e il dramma Scacco al re sono stati pubblicati in siti specifici della rete, mentre alcune raccolte inedite, e Rosso di sera, si sono segnalate tra i vincitori o i finalisti in alcuni premi (J. Prévert, E. Morante, G.Lorca, Baudelaire, Albatros). È presente con suoi testi in numerose antologie. Collabora con piccole case editrici e con alcune riviste letterarie sia cartacee che on line. Vive or…

Eccellente studio di Gianni Giolo sulla poetica di Luciano Troisio

STRAWBERRY – STOP” DI LUCIANO TROISIO di Gianni Giolo
Gianni Giolo, laureato in Lettere classiche all’Università di Padova, ha insegnato materie classiche al liceo classico “A. Pigafetta”, e tuttora insegna latino e greco biblico all’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Vicenza. Ha scritto saggi di epigrafia latina, sulla tragedia greca e sulla retorica nel mondo antico, pubblicati dall’università di Padova. Ha curato un’antologia di Aleardo Aleardi, ha tradotto le poesie di Saffo, il Fedone di Platone, La vita felice e La tranquillità dell’anima di Seneca, La Magia di Apuleio, i Dialoghi di Luciano, le Confessioni di Sant’Agostino e i Vangeli. Ha pubblicato un libro di poesie “Idilli palladiani” (Edizioni del Leone). Ha scritto “Scrittori di Vicenza”, “Lettere di Giacomo Zanella a Alvisa Dalle Ore”, “Da Zanella a Meneghello”. Collabora con giornali, periodici e riviste letterarie.
“Strawberry-stop” continua le tematiche di “Parnaso d’oriente” (edito da Marsilio nella collana diret…

Una nota di Luciano Troisio su "Dissolvenze"

Dissolvenze, di Antonio Messina.Pagg. 89 – ISBN 9788876061738 Prezzo: € 10,00 prefazione di Patrizia Garofalodue giorni appena in questa vita danzeremo, poi, il vento a folate, impetuoso spazzerà via la luna, notte buia, noi, frammenti del tempo per l’eternità”
Luciano Troisio: nota su "Dissolvenze"
In "Dissolvenze" la pagina di Antonio Messina, da misteriose e conclamate sorgenti, zampilla con schiettezza. L'anafora, la figura del "Vocativo" potrebbe collocarsi di diritto nell'illustre filone novecentesco, tradizionale e senza età, dell'omaggio, del canto, della lode a un'anelata indistinta figura femminile, a una diafanica amorosa, a una venerata madre perduta. Preghiera a figure dissolventi, convergenti a fuoco solo per attimi. Valori assoluti e sentimenti allusi nel sapiente bricolage dell'immagine ottica.
C'é impeto, c'è una forza che non si sofferma a considerare l'uso linguistico, i canoni da evitare o imitare. C'è ricc…

Strawberry-stop Luciano Troisio

La Saletta degli Incontri della Libreria Draghi
Via Santa Lucia 11 – Galleria Santa Lucia 4
P a d o v a

www.libreriadraghi.it

Venerdì 14 marzo alle ore 17,30
Giovanni Giolo
Presenta la silloge poetica
Strawberry- stop
di Luciano Troisio




Luciano Troisio, Strawberry-stop
pp. 103- € 13,00
ed. Lieto Colle

Il libro
Diario di viaggio in poesia, riflessioni sui luoghi e gli oggetti: il Poeta racconta il viaggiatore e l’uomo con stile personale, già presente nelle altre raccolte. La narrazione in prosa versificata si fonde con la lirica propriamente detta. Non è più tempo di sperimentazioni, il Parnaso, appunto, è stato in certo modo disceso. Ciò non toglie nulla alla pura bellezza di queste pagine, in cui si intrecciano impressioni epidermiche e richiami colti, nella ricerca sofisticata del termine opportuno a creare concatenazioni di immagini (ed ecco forse svelato l’anello di congiunzione con il Troisio di Parnaso d’Oriente e di Tirtagangga).
In Strawberry-Stop tuttavia si nota soprattutto un’essenzial…

Di prossima uscita... Dissolvenze

IL FOGLIO LETTERARIO & EDIZIONI IL FOGLIO
Editoria di qualità dal 1999
Sito internet:www.ilfoglioletterario.it
Mail:ilfoglio@infol.it


Collana Autori Contemporanei Poesia
Direttore Fabrizio Manini

Programmazione editoriale

Nell’ambito della nostra politica editoriale volta a privilegiare opere di poesia di qualità e particolarmente innovative segnaliamo la prossima uscita della seguente silloge:


Dissolvenze, di Antonio Messina.
Pagg. 89 – ISBN 9788876061738
Prezzo: € 10,00

Dalla prefazione di Patrizia Garofalo

“due giorni appena in questa vita danzeremo,
poi, il vento a folate,
impetuoso spazzerà via la luna,
notte buia,
noi, frammenti del tempo per l’eternità”

Si avverte nelle liriche dell’autore la necessità di cogliere a pieno brevi attimi prima della corruzione del tempo; le liriche infatti non si concretizzano in un “compiuto” riconducibile ad un agito personale concluso.
Il musicante-poeta segna parole nello spartito del vivere, lo pennella…