lunedì 8 ottobre 2012

Sette Racconti di Massimo Acciai

La sola absolvita / L’unico assolto di Massimo Acciai
                                                                  
                                                                                


Sette racconti brevi di genere fantastico e fantascientifico; un uomo rimane solo dopo un evento catastrofico che ha distrutto (forse) l’intera umanità; una città futuribile si prende cura dell’ultimo sopravvissuto; in un futuro dove il teletrasporto è all’ordine del giorno le città italiane ambiscono a “scambiarsi” il rispettivo patrimonio artistico, combinando un gran disastro; una strana notte di nebbia catapulta il protagonista in un mondo da incubo surreale; uno scrittore ha il potere di cambiare il futuro ed è posto di fronte ad un dilemma da cui dipende molto più di quanto immagina; un uomo che torna a casa durante il passaggio di una celebre cometa. L’autore, appassionato di narrativa fantastica, laureatosi con una tesi sulla comunicazione nella fantascienza, si confronta con ipotesi “ai confini della realtà” che non mancheranno di sorprendere il lettore e di coinvolgerlo in un’atmosfera misteriosa e suggestiva.

L'autore


Massimo Acciai

Massimo Acciai, nasce a Firenze il 9 aprile 1975 ove vive e lavora. Si laurea nel 2001 in Lettere Moderne, con una tesi sulla comunicazione nella Fantascienza. La passione per la narrativa fantascientifica nasce sin da bambino, scrive già in tenera età racconti brevi. La passione per la letteratura fantastica crescerà con la sua formazione culturale, fino a pubblicare diversi racconti in riviste di settore, case editrici, siti. È anche autore di numerose canzoni (al momento circa 150). È fondatore e direttore della rivista online Segreti di pulcinella. Amante della conoscenza attraverso i viaggi, visita numerosi Stati Europei. Appassionato di esperanto diventa in pochi anni un ottimo divulgatore e scrittore esperantista. Ha realizzato anche alcuni video musicali ed un lungometraggio insieme a Paolo Ragni, “Dettagliato resoconto sullo stato delle cose” (2008). Tra i lavori che ha svolto; impaginatore, caporedattore, bibliotecario.




Nessun commento: